Lilypie Second Birthday tickers

Lilypie Kids Birthday tickers Lilypie Fourth Birthday tickers

sabato 28 giugno 2014

ecco..io...

capita troppo spesso che sono triste, tutti mi dicono che è perchè credo di esser malata e che così mi rovino la vita...

Allora stacco la spina.

non ritiro nemmeno gli esami.

Sapere che gli altri mi credono una malata immaginaria un po mi ferisce e un po mi solleva, andranno i miei genitori mercoledì a ritirare gli esami, lascerò a loro l'ingrato compito...

io vado con tutta la famiglia in Abruzzo, dove i suoceri hanno la casa.

da me c'è poco lavoro e ho tante ferie, a papino hanno comunicato che può andare solo adesso... io avrei aspettato almeno mercoledì...

non avrò nemmeno internet..sarò fuori dal mondo e probabilmente è quello di cui ho bisogno.

Ci leggiamo tra due settimane...pensatemi mercoledì!

a presto

BARBA


venerdì 27 giugno 2014

UN ALTRO MATRIMONIO??

L'altro giorno il ragazzo che ritira i bidoni qui in azienda mi ha chiesto:
"ma è vero che sei la fidanzata dell'egiziano?"

ecco, a questo punto avrei voluto urlare, dirgli che mai potrei stare con lui, ma non perchè egiziano, perchè non sa cosa voglia dire stare al mondo, perchè è cattivo e arrogante.
chissà quante cavolate ha raccontato in giro.

invece l'ho guardato e gli ho detto:
"no, il mio ragazzo non lavora qui"
"non hai la fede, non sei sposata quindi...
quando vuoi farti un giro...no dai stavo scherzando"
"non mi serve una fede per amare il mio ragazzo e non sto cercando altro"

poi per carità è un ragazzo simpatico e la battuta ci stava..ma..
ma che gli prende alla gente?il caldo da alla testa?

non pensiate che io sia una ragazza sfacciata o provacante, perchè sono piuttosto timida e mi vesto, come sottolinea sempre mia madre, da trasandata.
Mai un tacco perchè devo prendere i mezzi di corsa, mai una gonna perchè non riuscirei a piegarmi sotto i macchinari, mai una cosa aderente, scollata o succinta per il motivo di prima.

Davvero ho bisogno di una fede al dito per dire al mondo che sono impegnata?

Non è per questo, ma per molto altro, ma alla fine io e paino abbiamo deciso di sposarci.

Il motivo principale è che ci amiamo, e poi visto che viviamo in questa società e abbiamo due bimbi a cui pensare abbiamo deciso di andare in comune e firmare un foglio.
noi, i bimbi, i miei, i suoi, mio ratello con moglie e suo fratello con fidanzata.

Mi dispiace non sposarmi in chiesa, ho sempre amato e temuto la frase "L'uomo non separi ciò che Dio ha unito" e al mio matrimonio non la sentirò, però chi può mai dirlo? potrò sempre farlo in futuro..Io sono credente, mi piacerebbe un matrimonio davanti a Dio, ma lui no e non è giusto obbligarlo.

Niente feste, pensavamo ad un pranzo per stare tutti insieme...

ecco, mi sposo..il 27 settembre mi sposo

mercoledì 25 giugno 2014

la lastra

Stamattina a Milano diluviava e il mio umore era in sintonia perfetta con il tempo. Ero una scarica elettica...

Ho portato i pupi dai nonni e mio padre mi ha chiesto subito:
"vuoi che ti accompagni?"
ho risposto di no, non so perchè, ma era una cosa che volevo fare da sola. Io non faccio mai così, perchè quando sono sola mi sento TERRIBILMENTE sola e cerco compagnia, ma oggi no.

Sono arrivata un ora prima, credevo ci fosse fila, invece no, sono arrivati tutti dopo che ho fatto l'accettazione.

Ho tirato fuori il kindle perchè l'attesa sarebbe stata lunga, ma non ne ho letto nemmeno una riga, continuavo a  guardare tutte le persone che entravano, infreddolite e zuppe di pioggia.

Pensavo "chisssà se qualcuno ha in programma una lastra, chissà se qualcuno ha un tumore..riuscirei a vederlo guardandoli in faccia?"

e così li fissavo tutti, sperando che il mio nome venisse fatto il più tardi possibile perchè avevo già paura.

dopo 45 minuti mi chiamano nell'altra zona, quella dove si fanno le lastre, mi dicono di andare in fondo.

Esce un dottorino carino, avrà la mia età, soffro terribilmente il fascino del camice, ma non oggi.
Mi dice di togliere il reggiseno e tenere la maglietta.

Mi chiede il perchè della lastra e mi dice che probabilmente era meglio un ecografia...

LA STORIA DELLA MIA VITA, ultimamente faccio le cose, ma era meglio farne altre, ma di questo ne parlerò in post a parte.

mi mette di spalle, mi gira di lato e mi manda fuori, 5 minuti, forse 6, mi dice di aspettare in corridoio, mi diranno se andare a casa o se bisogna rifare l'esame.

Ora non riesco a stare seduta, tremo, non so perchè, ormai è tutto finito, l'esame è fatto, lunedì mio padre andrà a ritirare le lastre eppure sono più agitata di prima.
Mentre aspetto vedo questi signori anziani sulla sedia a rotelle e capisco che non sarei mai in grado di fare l'infermiera,bisogna essere davvero forti, dev'essere una vocazione, io sarei sopraffatta dal dolore nel giro di pochi secondi.

Poi vedo lei, 4 anni, in canottiera, che segue il dottore per fare una lastra, la sua mamma ha in mano un busto. Ha l'età di Ponyo, all'interno dell'ospedale però sembra ancora più piccina. Ci guardiamo, mi sorride e a questo punto l'infermiera mi dice che posso andare a casa.

Quasi mi metto a correre, scappo via, do 1 euro al ragazzo di colore fuori nel parcheggio, se ne avessi gliene darei 10 solo perchè mi lasci stare, piove e le mie lacrime si mischiano alla pioggia...Forse per paura, forse per liberazione, forse per stress...
non so che ne sarà di me. Apetterò lunedì

martedì 24 giugno 2014

DEGENERO

grazie al cielo all'ospedale hanno trovato posto domani mattina per farmi una lastra, perchè sto davvero impazzendo.

Mi viene da piangere in ogni momento, credo di avere un brutto male e che sia tutto finito...

trovo "segni" che mi dicono che sia così.

L'altro giorno Ponyo ha trovato un uccellino morto e ho intavolato un discorso sulla morte, mentre le parlavo mi chiedevo se fosse un segno di Dio, che mi diceva di prepararla al peggio...

Vedo carri funebri che prima non vedevo

I clienti come paragone alla mole di lavoro mi dicono:è un malato grave..oppure è una caso d'urgenza.

e mi sto rovinando l'esistenza ancor prima di essere condannata.

vorrei che mi diceste che andrà tutto bene, che è solo un dolre che passerà, che non è niente, che mi leggiate la mano e mi diciate che avrò una vita lunga e serena....ora capisco anche chi va dalla chiromante...

mi sto esaurendo

lunedì 23 giugno 2014