Lilypie Second Birthday tickers

Lilypie Kids Birthday tickers Lilypie Fourth Birthday tickers

venerdì 30 dicembre 2011

lunedì 26 dicembre 2011

tutto sommato

Tutto sommato è stato un buon Natale. Niente di eclatante, niente super cene o mega pranzi, niente vestiti eleganti o regali costosi. Un Natale poco sentito, ma gradito. Ci siamo pure goduti la visione di PONYO offerta da rai4 (e abbiamo constatato che Ponyo è uguale alla nostra bimba!) Domani il papà andrà al lavoro e io mio godrò la mia patonza come un anno fa, quando ero in maternità..sembra passato un'eternità. Ai nonni abbiamo regalato un calendario fatto da me, per ogni mese abbiamo scelto una foto dell'anno scorso che fosse del mese in questione, è stato stranissimo vedere quanta vita è già passata,nonostante per me la mia bimba sia sempre piccola. Tra un po ci aspetterà capodanno, uno dei giorni con cui vado meno d'accordo, ma per allora vedremo di escogitare qualcosa per gradire anche lui

venerdì 23 dicembre 2011

23 dicembre

Finalmente spalmata sul divano riesco a leggere tutti i post che avevo accantonato nell'ultima settimana. Di solito sono molto più euforica la pre vigilia di Natale, ma quest'anno non riesco a sentire il richiamo degli omini di zenzero che mi invitano a diventare più buona e tollerante, non sento lo scampanellio delle renne che di solito mi fa comparire un sorriso ebete stampato in faccia, non sento quel calore in fondo al cuor che addirittura sentiva jack skeletron di nightmare before christmas...forse sto davvero crescendo o forse sono solo stanca, ma mi manca la mia ansia da natale..chissà, magari domani troverò un po di quella magia mentre incarterò gli ultimi regali...

lunedì 19 dicembre 2011

banale odiare la suocera

mi ritrovo così ogni week...perchè ogni fine settimana (o il sabato o la domenica) DEVO andare a pranzo dai suoceri, perchè DEVONO vedere la bambina, perchè io sono un egoista che la porta al mattino alle 6.30 da mia mamma-ovvero l'altra nonna- e me la vado a riprendere di corsa alla17 quando esco dal lavoro..solo che comincio a non farcela più..questa lotta di battutine, la mancanza di appoggio della persona che è si loro figlio, ma è anche la persona che vuole condividere con me il resto della sua vita...io non so più cosa fare..non mi piacciono, e non per partito preso, non perchè è la suocera, io ci ho provato all'inizio a fare la brava nuora, quella disponibile, ma ci sono troppe cose che non mi stanno bene, atteggiamenti che non condivido...e io dovrei lasciare la mia bambina in mano ad una persona che è brutto dirlo..ma che quasi ODIO? io non voglio vederla alle 6.30 del mattino, mi rovinerebbe la giornata, non ci tengo nemmeno a vederla alle 17 quando il mio unico pensiero è riuscire a far tutto e anche far divertire la mia patonza. cosa dovrei fare? ha preso un ritmo così bello a casa degli altri nonni. la porto che dorme e si sveglia alle 8.30, esce gioca con le sue amiche (mi fa ridere sta cosa che a 16 mesi possa avere delle amiche!) all'oratorio, alle 12 mangia alle 13.30 nanna con risveglio alle 15.30..Non le farebbero fare questa vita. addirittura me la fanno tener sveglia fino alle 15'30 perchè se dorme loro la vedono troppo poco, a volte la devo far mangiare di corsa perchè poi arriva il cagnolino...la vogliono a tutti i costi e poi passa sempre in secondo piano...lei ovviamente è una bambina di 16 mesi, quindi basta che la porti in giardino la fai giocare con i cani che adora e le hai risolto la giornata..ma a me non sta bene così...cosa dovrei fare? io e papà non abbiamo mai litigato così tanto, possibile che questa cosa ci divida così tanto?

domenica 11 dicembre 2011

un fratellino?

Visto e constatato che la patonza sta bene, io e il papà abbiamo deciso che si potrebbe pensare ad un fratellino (papà vota fratellino, mamma sorellina..uno dei due sarà inevitabilmente scontentato..ma la prima l'ho vinta io)...Ammesso e non concesso che madre natura ci facesse queste enorme regalo una seconda volta e in tempi ragionevoli...MI é PRESO IL PANICO..ma panico vero..è due giorni che non penso ad altro...tralasciamo le mille paure e se non dovessi riuscirci??e se qualcosa andasse storto?non faccio che vedere film in cui almeno una gravidanza su due finisce male...ma come ho detto, se non pensiamo a questo..io sarei in grado di badare ad una pancia senza tralasciare la mia bimba reale??? Insomma io non conosco nessuno a cui posso chiedere informazioni e che abbia due figli(non chiedo a mia mamma innanzitutto perchè io e mio fratello abbiamo 5 anni di differenza e poi perchè non vorrei che mi facesse pressioni..anche se a dire il vero non è il tipo).Potrei ancora sollevarla dalla vasca mentre si dimena per metterla sul fasciatoio?potrei portarla in braccio al piano do sopra? rincorrerla sul tappeto? è vero che l'amore si moltiplica e non si divide...ma io e pata facciamo tutto insieme..io al mattino la metto dormiente nella sua tutina, me la carico sulle spalle e poi la lego in macchina, io al ritorno dal lavoro le faccio il bagno, le do la pappa e infine la faccio addormentare...non voglio smettere di fare tutte queste cose...come faccio a sapere cosa posso fare con una pancia? In più non posso parlarne con papà perchè non capirebbe e sentirmi dire:"be che differenza c'è, ci sono io" mi manderebbe in bestia..lo so che c'è lui...ma non voglio che pata pensi che io ci sia di meno...sono egoista vero?alla fine tutto gira attorno a questo, io non voglio una pancia perchè non voglio che pata mi voglia meno bene

mercoledì 7 dicembre 2011

FELICITA'


Sono felice, felice, felice. Il controllo al Buzzi ha dell'incredibile! La patonza è nata con un difetto congenito chiamato DIV di ampia dimensione, sembra sia praticamente impossibile guarire senza intervento...ma lei è guarita! Non chiederò più nulla per natale, quello che ho mi basta e mi avanza, non potevo sperare di meglio.
Vedere quel dottore che mentre faceva l'ecografia al suo cuoricino, girava e rigirava perchè non capiva dov'era finito il buchino è stato il massimo..certo per farmi stare tranquilla poteva dirmelo subito che andava tutto bene...ma che importa?lei sta bene!!!che felicità

venerdì 2 dicembre 2011

paura

questa è davvero una mattinata da "all by myself" di Eric Carmen...
Da ascoltare sotto il piumone con le lacrime che scorrono sulle guance e arrivano fastidiose dietro il collo..Ripensando a quando un altra me ascoltava questa canzone, immaginando che sarebbe finita sola circondata, da gatti...e ora..la stessa musica, ma pensieri completamente diversi. Sorrido ripensando ai gatti e piango pensando che lunedì abbiamo la visita di controllo al Buzzi e non so casa fare se le cose non dovessero andar bene. Ma per una volta non potrebbe andare tutto bene? Ho paura perchè non è una cosa che dipende da me...ho paura perchè non posso fare niente...

immagine tratta dal web

lunedì 28 novembre 2011

post della domenica

Pensavo che avrei scritto tutti i giorni, invece mi ritrovo ad essere una scrittrice della domenica! Ma la vita sembra abbia preso una frenesia che non mi è mai appartenuta. Devo sempre fare tutto di corsa e in men che non si dica è già sera e di tutto il tempo che avevo a disposizione non ho fatto niente per me. Non mi pento delle mie scelte sia chiaro, penso che il tempo che dedico alla mia patonza valga oro e sia ben speso..ma il mio dov'è? se solo la notte dormisse in fretta, io potrei godermi quelle ore che mi conducono tra le braccia di morfeo in altro modo, non posso pensare di passare tutte le sere 2 ore per farla addormentare, facendola poi dormire comunque nel lettone...Che fatica..e io che vorrei solo accocolarmi sul divano a guardare distrattamente un film mangiando cioccolata...Ma poi ripenso al suo sorriso, a quelle manine che nella notte mi toccano la faccia per vedere se sono ancora li, al suo "mamma" detto con stupore quando sbuco da dietro un angolo e penso che qualche sacrificio dovrò pur farlo..hai voluto il passeggino??e mò spassatela!

domenica 20 novembre 2011

mal comune mezzo gaudio

Ormai sta diventando un vizio..così anche quando il papà ci lascia per andare a pescare, facciamo colazione al bar. Stavolta ho preso un caffè macchiato e la brioches liscia...Mentre la dividevo a metà con la mia patonza pensavo che solo un anno fa dicevo che la mia bambina MAI avrebbe mangiato la brioches prima dei tre anni, che MAI averbbe dormito nel lettone, che MAI avrebbe mangiato un biscotto sul divano. Invece mangia di gusto la brioches (benchè abbia solo i due denti di sotto si da un gran da fare nel masticare), dorme la notte ahimè nel lettone e mi capita spesso di raccogliere di nascosto dal papà le bricioline dal divano. Come cambiano le cose quando le viviamo!
Poi si è seduta accanto a noi una coppia con una bambina di 6 settimane. Com'era piccina e bella, veniva subito voglia di farne un altra...solo che poi ha cominciato a strillare...strillare...e ancora strillare...lo faceva sempre anche la mia patonza, quando eravamo in un luogo pubblico al chiuso dava il meglio che i suoi polmoni potessero permettersi! Ho visto la stanchezza di quella mamma in un suo sospiro e l'agitazione del papà a disagio tra la gente. Una volta calmata la pupa ho guardato la mamma (è pazzesco, prima non mi sarei mai azzardata ad attacar bottone con un estranea, ma da quando sono mamma mi sento parte di una squadra) e le ho detto :"poi vai meglio"..lei mi ha guardata "ma me lo giuri?" "si, crescendo riescono anche a giocare da soli e ti fanno respirare, però per il momento devi procurarti un'amica con un bimbo dell'età della tua. Così potrai lamentarti del fatto che non dormi, però essere anche felice che la tua fa qualcosa di meno peggio di un altro..insomma mal comune mezzo gaudio" e lo penso sul serio. Penso che questo proverbio sia stato creato apposta per le neo mamme..

immagine tratta dal web

domenica 13 novembre 2011

prendi

Prendi una domenica normale e falla diventare speciale, non ci vuole poi molto, basta essere noi tre insieme.
Una colazione per viziarci al bar, ma di quelle buone, in cui mangi sia il cappuccino che la brioches, non solo il caffè facendo finta di essere a dieta..no, non oggi, il sole è troppo luminoso, è una splendida giornata (come dice Vasco una splendida giornata, stravissuta, straviziata, senza tregua) e mi sento bene anche con i miei chiletti di troppo.
Poi andiamo in un agriturismo a vedere i cavalli, anche se la patonza non fa che guardare il cagnolino e andare alla ricerca di legnetti per acchiappare le foglie. Corse, risate, ma finalmente tutti e tre, c'è anche papà con noi, e si sta così bene che vorrei che oggi non finisse mai. Pomeriggio di coccole e altre risate, la patonza riesce a dormire 3 ore nel suo lettino e io riesco addirittura a riallacciare i rapporti con il divano-questo sconosciuto- per quasi un ora..
ora, mentre guardo con la coda dell'occhio la cesta dei panni da stirare, mi dico che una volta posso lasciare a domani qualcosa, che non devo per forza affannarmi a cercare di far tutto, tanto nessuno mi porterà via i panni da stirare, ma di certo oggi non tornerà più.
Sono contenta, e il profumino di pizza fatta in casa che arriva dalla cucina, aiuterà a concludere questa giornata per il meglio. Poi domani si ricomincia

mercoledì 9 novembre 2011

le braccia della nonna

Anche stanotte è stata difficile. La patonza nonostante fosse nel lettone si è svegliata varie volte e alle 4 ha deciso che aveva dormito abbastanza. Alle 6 si è riaddormentata, ma io alle 6,30 la porto da mia mamma prima di andare al lavoro. Premetto che sono distrutta perchè non dormo abbastanza e frustrata perchè davvero non capisco dove e come posso aver sbagliato così tanto, non capisco davvero perchè non riesce a rilassarsi e dormire in un ambiente che mi sembra il più sereno possibile. Detto questo vado avanti..la tiro giù dalla macchina facendo attenzione a non svegliarla, la appoggio sul lettone per spogliarla e lei mugugna un po ma non si sveglia. Allora mi dico, già che deve abituarsi mettiamola nel suo lettino...ERRORE...parte la sirena del pianto da disperazione (ma non stavi dormendo???). Sconfortata e un po arrabbiata mi è uscito :"ma che cavolo BASTA" con un tono duro...allora arriva mia mamma, la riprende in braccio e la patonza si calma...Non volevo andare al lavoro senza salutarla bene, perchè già mi sentivo in colpa per aver alzato la voce, ma appena l'ho presa in braccio si è rimessa a piangere e ha allungato le mani verso la nonna per farsi riprendere in braccio...Mi sono sentita malissimo, ho sentito un groppo arrivare in gola e ho odiato mia madre...Le voglio bene e so che sono un ingrata perchè lei sta facendo tanto per me...ma vedere Gaia che voleva la nonna mi ha davvero fatto stare male

martedì 8 novembre 2011

PENSIERO LATERALE


Ieri sera abbiamo montato la seggiolina presa all'Ikea per la patonza. Pensavo potesse già andar bene, ma è ancora un po troppo alta e fa fatica a salirci. Ma le è piaciuta. tanto, e visto che faceva fatica a salire nel modo tradizionale, ha trovato un modo tutto suo di sedersi. é comunque seduta sulla sedia, anche se questa è ribaltata. Chissà se riuscirà a trovare modi alternativi per essere sempre e comunque felice. So che è un discorso da Pollianna, ma una delle cose che mi ha insegnato mia madre è stata trovare il lato positivo delle cose, e benchè spesso non sia facile, c'è sempre!

domenica 6 novembre 2011

luci e colpi di genio


io mi domando: ma chi ha concepito il bottone "antibimbo"sulla lavatrice aveva figli?non credo ci voglia un genio nel sospettare che se metti un bottone che suona con una lucina e un disegnino accanto sarà il primo che una bimba di 14 mesi toccherà...rimango sempre un po sconvolta dall'inutilità di alcune cose...

due anni fa

due anni fa oggi concepivamo la patonza

sabato 5 novembre 2011

incubi e deliri

Sono un disastro, ma sono sicura che le cose non possono andare avanti così. La mia bimba ha sempre avuto dei problemi a dormire, vuoi che sia perchè di giorno è iper attiva, vuoi che sia perchè è disturbata da qualcosa..fatto stà che non è mai stato facile metterla a letto. Abbiamo il rituale del rimettere i giochi a posto, mettere il pigiama, salutare i giochi, salire in camera da letto, bere la camomilla e poi se Dio vuole fare la nanna...ma non va mai così! Allora forte dei racconti della mie amiche e letti su internet ho pensato: la lascio piangere nel suo lettino e ad intervalli di 4/5 minuti vado a consolarla...Ha pianto talmente tanto che si è fatta venire il vomito...Vedere la mia piccola così disperata mi ha spaccato il cuore e lei nonstante tutto, appena indossato il pigiamino pulito mi ha stretto forte forte e mi ha sorriso, si è accoccolata tra le mie braccia e ha fatto la nanna...SONO CATTIVA..e non so che cosa fare...Non ce la faccia più a tenerla nel lettone..ma anche qui non tira più di 3 ore consecutive, perchè? perchè non tira tutta la notte? come faccio ad insegnale a fare la nanna? in più sono stanca, e ho paura di perdere le staffe e gridare..fare la nanna a 14 mesi abbondanti dovrebbe essere facile...

lunedì 31 ottobre 2011

HALLOWEEN

Strano festeggiare Halloween e non "i morti" e "tutti i santi", chissà perchè le mode importate dall'America hanno così successo..forse perchè stanno così dannatamente bene nei loro film americani. Io e la mia patonza siamo state al parchetto a raccogliere foglie per addobbare la casa..ho deciso di aspettare ancora un po per mettere una zucca con candela a portata di mano..in compenso la zucca l'abbiamo mangiata. Fino all'anno scorso non mi interessava Halloween, ma son sicura che se l'anno prossimo mi chiederà di festeggiarlo, sarò di sicuro al suo fianco..magari no troppo travestita,ma di sicuro con una gran voglia di fare..comunque abbiamo raccolto così tante foglie che ora la casa è zeppa di giallo e rosso, le foglie pendono a mò di festoni da tutte le parti, con un vago odore di bava di lumaca..per fortuna domani si sbaracca tutto!

venerdì 28 ottobre 2011

il posto che io amo


la mia patonza con il fedele legnetto e il nostro parchetto

mamma innamorata

ieri ti guardavo dormire e mi si gonfiava il cuore d'amore. Mai avrei pensato che potessi voler così bene ad una persona, un bene vero, pulito e disinteressato. Mi domando: ma anch'io sono stata amata così tanto? perchè mi sembra che questo amore sia del tutto nuovo? Spesso mi scopro intenta a fissarti mentre ti destreggi nel mondo dei grandi, sei così buffa quando mi imiti pulire, quando fai finta di leggere facendo solo aaa, ooooe uuuuuhhh, o quando corri dietro alle bimbe grandi cercando di fare le loro acrobazie.
Sei irresistibile, passerei ore a riempirti di bacini facendo scatenare quella risata così contagiosa e di cui sono follemente innamorata.

giovedì 27 ottobre 2011

ottobre

ormai anche ottobre sta finendo. é strano, ma da quando ci sei tu, quel senso di malinconia che mi prendeva la gola si è un po affievolito. Sembra che quel nodo tanto stretto ora si stia pian piano sciogliendo. Da piccola ho sempre sofferto la malinconia, e l'autunno che mi affascinava per i suoi colori, le vendemmie e la nebbia misteriosa, tendeva comunque a farmi chiudere a riccio (come le castagne che adori raccogliere!). La fine delle cose mi ha sempre spaventata e la fine delle vacanze portava con se la fine delle serate in strada a giocare, la fine delle amicizie estive, la fine di quelle risate che sembravano eterne alla luce del sole di agosto..ma ora ha tutto un nuovo inizio. Nei tuoi occhi vedo la gioia di giocare con le foglie che diventano di quel colore giallo che ami tanto, ti guardo raccogliere le castagne dai ricci e vedo il tuo stupore ogni volta che ti ricordi che pungono, ti scopro e mi scopro felice in questa stagione che piuttosto che andare in letargo esplode in vortice di colori e profumi nuovi. Grazie Gaia perchè attraverso i tuoi occhi vedo un mondo nuovo

martedì 25 ottobre 2011

il primo post non si scorda mai

io che mai avrei fatto un blog..eccomi qui a lasciare una traccia di me...solo per farti vedere un giorno chi ero a 33 anni.
Inutile dirti che la mia vita è stata stravolta da quando sei arrivata tu piccola Gaia, e anche se hai già 14 mesi, vorrei cominciare da qui..in ottobre...quando due anni fa stava per cominciare l'avventura