Lilypie Second Birthday tickers

Lilypie Kids Birthday tickers Lilypie Fourth Birthday tickers

sabato 7 gennaio 2012

eccolo...

è arrivato lo stesso, quest'anno speravo di scamparla visto che non avevo sentito il clima natalizio, ma la malinconia si è già impossessata del mio stomaco ed ha già cominciato a crearmi quel groppo in gola che conosco ormai fin troppo bene. Chissà perchè ogni volta che si conclude qualcosa io mi riduco in questo stato, che sia la maternità, le ferie estive, le vacanze invernali, il succo non cambia. Mi ritrovo ad avere 14 anni ed essere in crisi perchè devo ricominciare la scuola. Io amo il mio lavoro, so che lunedì sarò accolta da sorrisi, che ci saranno racconti a tavola che mi faranno ridere fino a farmi scendere le lacrime, riprenderò in mano il mio libro di king, mio fedele compagno dei viaggi in treno, che ho lasciato a metà, ma che non vedo l'ora di continuare..ma il prezzo da pagare è alto. Sapere che Ponyo starà tutto il giorno lontana da me mi fa riempire di nuovo gli occhi di lacrime e mi fa venire quel pizzicore al naso che so essere presagio di pianto..ma perchè mi comporto così ogni volta? ringrazio il cielo ogni giorno perchè non solo ho un lavoro, ma ho un lavoro che mi piace e con persone con cui mi trovo benissimo. Ma la mia Ponyo mi mancherà. Se non fosse mia madre la dovrei odiare, perchè vuole bene a Ponyo e Ponyo ne vuole a lei, perchè giocheranno, andranno a spasso, si coccoleranno e io arriverò solo a fine giornata. In più so di non aver sfruttato al meglio queste vacanze con Papi. Sono stata pesante e noiosa, poco rilassata, spesso arrabbiata. Già, che brava che sono, pensavamo che il 2012 sarebbe stato un buon anno per pensare ad un fratellino, ma se continuo a fare la musona mi sa che non sarà proprio cosa. Ed è così facile stare bene noi tre insieme, che mi stupisco di quante energie butto via per rovinare tutto. Come proposito dell'anno nuovo avrei dovuto sperare di essere meno pesante, ma non solo in chili.
Ora guardo i vetri che sono ancora segnati dallo scotch con cui avevo fissato le decorazioni natalizie, vedo la sala più vuota senza tutte quelle palline e penso che l'anno prossimo Ponyo capirà veramente il natale, sarà fantastico, ma per ora siamo qui, la sala spoglia e io ho una gran voglia di piangere.

7 commenti:

  1. ti capisco bene, perché tra poco dovrò rientrare dalla maternità e l'idea di lasciare a casa il mio bimbo mi sta straziando da giorni. Anch'io ho un po' buttato via queste feste... ma confido ancora di trovare il modo di ribaltare le cose! Un giorno ne può valere mille, quindi coraggio!

    RispondiElimina
  2. coraggio cara....che orari fai..non puoi chiedere un part time??...:(
    credo che non sia per niente fACILE stare lontano dal proprio figlio sopratutto cosi' piccolo tutto il giorno...io per ora mi ritengo fortunata :(

    RispondiElimina
  3. faccio otto ore, ma mi fanno iniziare prima che posso e finisco anche qualche minutino in anticipo, sono davvero delle brave persone!
    grazie, cercherò di farmi coraggio, intanto voi mi avete strappato un sorriso

    RispondiElimina
  4. mi unisco.... la mia piccola avrà nove mesi a marzo quando rientrerò al lavoro.... per fortuna fino a giugno farò 24 ore, poi saranno 30... ma l'idea di lasciarla ai miei suoceri non fa altro che alimentare la mia ansia da separazione....dobbiamo farci coraggio, non ci sono molte alternative... e se scende qualche lacrima... beh fa tutto parte del gioco!
    UN ABBRACCIO

    RispondiElimina
  5. Su, su coraggio...capisco che non è facile, perchè mi sento come te! Però poi passa dai......

    RispondiElimina
  6. Tirati su cara, mi spiace leggerti così...

    RispondiElimina
  7. una volta ripresa la mia routine non va male, anche se mi sembra di vederla pochissimo

    RispondiElimina